Burlando s’inventa anche un assessore agli «stili di vita»

Dall’Udc alla federazione rossa: la giunta Burlando, in Liguria, è fatta. Ed è un «governo regionale multicolor». C’è di tutto. Centristi, Idv, Pd, Pdci e avanti così, in una girandola di sigle e incarichi. Qualche esempio per capire l’antifona. La vicepresidenza e un assessorato sono andati al partito di Di Pietro, un altro posto in giunta all’amico Casini, e nomine a pioggia ai piddini. E le curiosità non mancano: c’è, per esempio, anche una delega all’Altra economia e agli Stili di vita consapevoli: a occuparsi di questi temi sarà l’assessore Renata Briano. Una novità, non c’è che dire. Se ne è accorto anche il presidente Claudio Burlando, che alla fine non ha potuto non ammettere che «è una delega strana». Anche se, ha voluto ribadire, la sua utilità è fuori discussione, «perché la crisi sta provocando effetti che spingono a modificare gli stili di vita».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti