C’è il piano raffinato di Phil Markovitz

Alla Casa del jazz di viale di Porta Ardeatina, per la rassegna «Roma jazz’s cool», si esibisce Phil Markowitz, considerato da molti anni uno dei più completi e raffinati pianisti statunitensi del jazz moderno. Affacciatosi sulla scena internazionale alla fine degli anni ’70 ha suonato nella band di Chet Baker e ha scritto brani come «Sno’ Peas» e «Affinity». Sarà accompagnato da Luca Bulgarelli al contrabbasso e da Fabrizio Sferra alla batteria. Segue, poi, il concerto del «Saxtet», diretto da Stepan Markovic, organico composto da alcuni tra i migliori giovani talenti selezionati dal Conservatorio di Praga e dal S. Louis College of Music