Cantalamessa, il premio dopo la bufera

La comunicazione è il suo mestiere. Ma non sempre il suo forte. La bufera dello scorso aprile, quando ha paragonato gli attacchi mediatici al Papa e alla Chiesa sui preti pedofili agli «aspetti più vergognosi dell’antisemitismo», docet. Eppure padre Raniero Cantalamessa (nella foto), predicatore della Casa Pontificia, che dopo il fattaccio è stato costretto alle scuse, sarà insignito del premio Paoline Comunicazione e cultura. La cerimonia avverrà oggi. Il premio è stato conferito «per la sua testimonianza e il suo annuncio della Parola in televisione e nel mondo digitale».

Commenti