La carne di maiale resta sempre sicura?

Né la carne di maiale, né i prodotti non alimentari di derivazione suina sono rischiosi per la salute, visto che il virus ha compiuto il cosiddetto «salto di specie» e il contagio è già arrivato da mesi nella fase in cui si propaga da uomo a uomo. Per l’Oms la carne di maiale è sicura sia se mangiata fresca previa cottura (il virus muore a temperature superiori ai 70 gradi centigradi) sia sotto forma di insaccati (il virus ha vita breve, di certo inferiore ai tempi di lavorazione di salami e simili). Anche prodotti come colle, saponi o spazzolini, sono assolutamente innocui. I virus dell’influenza sono infatti deboli, e la loro sopravvivenza nell’ambiente esterno - al di fuori di un organismo - non può superare i dieci minuti.

Commenti