Il caso Cell Therapeutics, la Fda dice no al pixantrone

Cell Therapeutics crolla a causa della bocciatura del suo farmaco di punta, il pixantrone, da parte della Food and Drug Administration. Un comitato della Fda ha votato all’unanimità per giudicare insufficienti i test effettuati da Cti sul farmaco per la cura del linfoma, che il gruppo di Seattle contava di vendere con il nome di Pixuvri. La decisione finale dovrà essere adottata dalla Fda il prossimo 23 aprile, ma l’agenzia di solito segue le indicazioni del comitato. Il ceo di Cti, James A. Bianco, dice di continuare «a ritenere che il pixantrone debba essere considerato un’opzione di trattamento». A Milano, Cell Therapeutics è rimasto sospeso per l’intera seduta in attesa di comunicato, mentre al Nasdaq il titolo, dopo la sospensione, attorno alle 18,50 italiane perdeva circa il 50%.

Commenti