Il caso Il mercato crede a Favrin: Safilo vola ma smentisce

Le indiscrezioni di stampa sull’interessamento di Antonio Favrin spingono a +10,9% le azioni Safilo, anche se la società veneta dell’occhialeria, a Borsa chiusa, ha detto che la notizia dell’interesse dell’imprenditore a guidare una cordata per ottenere il controllo della società «è priva di qualsiasi fondamento».
Safilo, che oggi terrà il cda per esaminare i conti del semestre, si trova in gravi difficoltà finanziarie con un debito di circa 618 milioni, di cui fa parte un bond quotato in scadenza nel 2013, e la famiglia Tabacchi è in cerca di nuovi soci, dopo il ritiro del fondo Bain dalla trattativa per entrare nel capitale. Favrin, attualmente consigliere indipendente del gruppo Safilo, in passato ha ricoperto l’incarico di ad del gruppo Marzotto e presidente di Jolly Hotels e del gruppo Valentino.

Commenti