Il caso Pirelli «strappa» alla promessa di un dividendo

Seduta nettamente positiva in Borsa per Pirelli, che ha chiuso con un balzo del 5,67% a 0,345 euro per azione, dopo avere oscillato tra un prezzo minimo di 0,328 euro (in apertura) e un massimo di 0,346 euro, a sfiorare il picco del 26 agosto (0,347 euro, il record del 2009). Gli scambi, molto sostenuti, hanno coinvolto poco meno di 75 milioni di pezzi, contro una media giornaliera di 37 milioni registrata nell’ultimo mese. Il titolo è stato sostenuto dalle indicazioni arrivate dal numero uno Marco Tronchetti Provera, che in un incontro ha parlato di «spazio» per tornare a distribuire il dividendo. Centrobanca ha confermato la raccomandazione «buy» sul titolo, portando il target price a 0,37 euro da 0,32 euro. Con il buon risultato di ieri, passa in positivo la performance di Borsa dell’ultimo mese (+2%), mentre si incrementa quella a sei mesi (oltre il 110%).

Commenti