Il caso Sprint di Molmed dopo l’ok Usa alla sperimentazione

Molmed guadagna l’8,7% a Piazza Affari dopo avere ottenuto dalla Food and drug administration, l’Autorità federale americana per i farmaci, il nullaosta alla richiesta relativa all’avvio negli Usa dei test clinici del farmaco antitumorale sperimentale Ngr-htnf, per il trattamento del mesotelioma pleurico maligno. Attualmente, lo studio sta arruolando pazienti in Italia, ed è prevista l’attivazione di altri centri clinici presenti nell’Unione europea.
Molto soddisfatto Claudio Bordignon, presidente e amministratore delegato di Molmed, il quale ha dichiarato che il via libera «ci permette di dare seguito alle operatività relative al primo studio di fase III di Ngr-htnf negli Stati Uniti; abbiamo così raggiunto un altro importante traguardo».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti