Cellulari, cambio gestore in tre giorni vittoria per Wind e 3

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso dell’Agcom sulla portabilità del numero, sospendendo la sentenza del Tar del Lazio. I giudici amministrativi avevano bloccato la delibera con cui si imponeva alle aziende un tempo massimo di 3 giorni per le procedure relative alla portabilità del numero di telefonia mobile. Il limite massimo dei 3 giorni viene quindi confermato. Contente le associazioni dei consumatori ma ovviamente meno i gestori. Vodafone, che insieme a Telecom aveva promosso il ricorso al Tar, rivendica il diritto di poter avere il tempo per fare offerte migliorative ai clienti. «In questo modo - ha spiegato la società- anche gli utenti possono avere ulteriori benefici». Soddisfatti invece gli operatori concorrenti come Wind e «3» .

Commenti