Centralino occupato? Se chiami la Provincia scatta l’inno di Mameli

Che gli utenti scattino in piedi appena lo sentono è improbabile. E forse le detesteranno anche un po’, considerate le attese snervanti aspettando di essere «messi in collegamento con l’interno desiderato». Ma patriottismo e dintorni, un tempo appannaggio della destra, sono diventati ormai bandiera di sinistra. E così il presidente della Provincia di Torino, il piddino Antonio Saitta, ha avuto una pensata originale: la musica che accompagna l’attesa di chi chiama al telefono, per utenti esterni e dipendenti interni, è l’inno di Mameli. Certo, il «Fratelli d’Italia» ridotto a musichetta d’attesa non è il massimo. Il centralino patriottico è stato avviato simbolicamente in concomitanza con la festa della Repubblica. «Torino – ha spiegato Saitta – è la prima Provincia nata in Italia. Sono convinto del valore dell’Italia unita e voglio dimostrarlo anche simbolicamente».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti