Cessioni in vista per ridurre i debiti

Jolly Hotels

Jolly Hotels ha in vista nuove cessioni per ridurre l’indebitamento. «Il nostro piano prevede che l’indebitamento a fine 2006 sia pari a 150 milioni, quindi proseguiremo con le dismissioni» ha detto l’ad Ugo Zanuso. Il primo semestre si è chiuso in utile solo grazie alle plusvalenze derivanti dalle cessioni di alcuni alberghi. Sul fronte dell’azionariato, a gennaio dovrebbe partire l’Opa sulla società da parte di Joker mentre nessuna notizia è arrivata da Nh Hoteles, socio al 20,7%, che aveva annunciato una battaglia legale contro gli amministratori della società. Il 22 novembre i componenti della famiglia Zanuso hanno perfezionato il trasferimento a Joker del 49,984% del capitale. Con il trasferimento è diventato efficace il patto stipulato tra la famiglia Zanuso, Canova Partecipazioni, Joker e Andrea Donà dalle Rose che procederanno al lancio dell’Opa obbligatoria a 7,7 euro per azione sulla totalità delle azioni ordinarie Jolly Hotels.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.