Chi può vivere senza faticare

Mercoledì scorso, Stefano Lorenzetto ha firmato l’articolo intitolato «La “macelleria sociale”? Non esiste». La manovra, scriveva, spaventa e l’opposizione ci marcia ma chi vuol davvero lavorare ne ha l’opportunità, a patto di adattarsi. Molti gli esempi. Due milioni di italiani si dichiarano disoccupati, ma un terzo degli infermieri è straniero. Ieri Claudio Borghi, commentando il rapporto Istat, ha scritto (nell’articolo «La nuova bufala sui bamboccioni») che i dati di cui disponiamo enfatizzano il numero di quelli che non studiano e non lavorano. Il dato però non tiene conto di distorsioni statistiche e del sommerso: la disoccupazione reale è bassa. Oggi il professor Francesco Forte torna sul tema della macelleria sociale. Che ha appassionato i lettori. In molti ci hanno scritto.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti