Chi tocca Saviano muore: su «Facebook» oscurato un testo sullo scrittore

Roberto Saviano? Un intoccabile. Almeno per Facebook: molti utenti hanno ritenuto «offensivo» un dibattito lanciato in Rete da Satisfiction, la rivista diretta da Gian Paolo Serino ed edita da Vasco Rossi. Il messaggio mandato dalla redazione ai 10mila iscritti alla mailing list della rivista è stato oscurato. Il testo, che richiamava un articolo dello scrittore Giampaolo Spinato sul caso «Saviano-Fazio», iniziava parafrasando Pasolini: «Io so chi vuole uccidere Saviano. Io so nomi e cognomi. Noi abbiamo le prove». I fan di Gomorra hanno fatto scattare (chissà perché) la censura preventiva. E sì che proprio Saviano ha scritto per l’ultimo numero di Satisfiction un inedito sull’onore.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.