Cibo, bevande e due telefonate se il ritardo è prolungato

In caso di cancellazioni, ritardi prolungati (dalle due alle cinque ore) e mancato imbarco (è la situazione dell’overbooking), oltre a rimborsi, trasferimento su voli alternativi e compensazione pecuniaria per i danni subiti, il passeggero ha diritto all’assistenza gratuita da parte della compagnia con cui viaggia. In particolare, chi attende in aeroporto deve ricevere bevande, snack o pasti durante l’attesa. Se la partenza viene rimandata al giorno successivo, la compagnia deve farsi carico anche della sistemazione in albergo dei passeggeri rimasti a terra. I viaggiatori hanno anche diritto di effettuare due telefonate (oppure di inviare altrettanti fax, email o sms) per informare del ritardo all’arrivo. Nel caso in cui vengano superate le cinque ore di ritardo, il viaggiatore può rinunciare al volo, ottenendo la restituzione completa del prezzo del biglietto.

Commenti