Clandestini Malta invia i documenti sul soccorso agli eritrei alla procura di Agrigento

Il governo maltese ha inviato alla magistratura di Agrigento tutta la documentazione sulla vicenda del soccorso dei cinque immigrati eritrei sopravvissuti al naufragio della scorsa settimana. «Non esiste nessun peschereccio fantasma e la marina maltese ha anche accertato con l’aeronautica militare che non è stato mai avvistato nessun peschereccio fantasma che ha assistito gli immigrati», ha detto un alto funzionario delle forze armate maltesi. Gli eritrei soccorsi dalla Guardia di finanza avevano raccontato che inizialmente erano stati avvicinati da un peschereccio che li ha forniti di viveri ma non li ha soccorsi, mentre poi hanno detto di essere stati avvicinati da una motovedetta maltese. Il governo maltese aveva ribadito l’intenzione di collaborare con l’inchiesta della magistratura di Agrigento.