Clandestini subito scarcerati, la Moratti accusa i magistrati

Letizia Moratti critica la magistratura per le scarcerazioni facili dei clandestini. «L’azione delle forze dell’ordine spesso viene vanificata dai magistrati che mettono in libertà le persone arrestate» attacca il sindaco durante la festa della Lega milanese a Bruzzano. E aggiunge: «Purtroppo questo avviene anche per i reati di clandestinità, con interpretazioni che non tengono conto che la clandestinità è un reato».
La Moratti, tradotta in milanese dall’interprete, conferma l’intenzione di ricandidarsi nel 2011 («non vedo perché cambiare») e affronta il caso Ligresti: «Milano in questi anni si è sviluppata senza regole. Chiunque intenda partecipare alla trasformazione della nostra città deve accettare le nuove regole del Pgt che abbiamo individuato».