Clima d’odio in città I pacifisti attaccano la sede dell’esercito

Torna di moda l’odio verso la divisa, qualunque essa sia. Se poi porta le stellette militari, meglio ancora. È così toccato all’esercito, questa volta, finire nel mirino dei sedicenti pacifisti, dei centri sociali. È stato il primo atto, la scusa per portare anche a livello genovese la tensione mediorientale, la rivolta contro Israele. La zona d’azione, sempre quella universitaria, dove già in passato gruppi anarchici e legati al mondo no global avevano compiuto i loro blitz. La scorsa notte un gesto dimostrativo ha preso di mira la sede del comando regionale dell’esercito, in largo Zecca, nel cuore della zona studentesca. (...)

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti