Colpita con un pugno perché manifestava

Daniela Santanchè, leader del Movimento per l’Italia, è stata aggredita mentre stava manifestando domenica mattina a Milano contro la partecipazione di donne in burqa alla celebrazione per la fine del Ramadan nel copoluogo lombardo: «Ero lì a manifestare, chiedendo che non facessero entrare le donne in burqa, quando - ha raccontato Santanchè - ho visto un uomo impugnare un segnale stradale, un altro con il braccio ingessato usarlo come
un’arma. Ho ricevuto un colpo e sono caduta». All’ospedale del Fatebenefratelli di Milano le hanno dato una prognosi di 20 giorni per contusioni all’emitorace sinistro e contrattura latero cervicale sinistra. La comunità islamica ha smentito categoricamente le dichiarazioni di Daniela Santanchè parlando di «atto propagandistico fatto sulla pelle dei musulmani». E sostengono che sia stata l’esponente politico «ad aggredire strappando il velo alle donne e a gettarsi a terra».

Commenti

Grazie per il tuo commento