Consumatori Promossa la livrea: «Il cliente paga anche l’immagine»

«Divisa ai tassisti? Perché no. Non si capisce perché chi paga e caro un mezzo semi-pubblico non debba trovarsi alla guida una persona di cui fidarsi, che con garbo e buona immagine la sappia tranquillizzare e aiutare, invece di un signore con la camicia sudata e bottone aperto». Nel dibattito interviene anche l’associazione dei Consumatori di Milano Telefono Blu. Difende la proposta del Comune e lo invita, casomai, a dare «un serio contributo per le divise, i corsi di lingua inglese, e insistiamo, anche dello spagnolo. I latini sono sempre più presenti anche nel nostro Paese, e sicuramente lo saranno all’Expo».

Commenti