CONTI CORRENTI

I contribuenti dovranno rendere noti al fisco tutti i loro rapporti intrattenuti con le banche. D’ora in poi, nelle dichiarazioni dei redditi bisognerà indicare i nomi delle banche con cui si hanno rapporti finanziari (conti correnti, custodia titoli, eccetera). L’obbligo vale anche per i conti correnti postali e per ogni tipo di rapporto con intermediari finanziari, ad esempio le Poste, le società di gestione del risparmio, i fondi comuni, e così via. Le informazioni potranno essere consultate dall’Agenzia delle Entrate, che elaborerà liste selettive di contribuenti da sottoporre a controllo.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.