Contrordine compagni: anche il Pd dice no al campo nomadi

Contrordine compagni, ora anche la sinistra dice di no ai rom. Dopo accuse di xenofobie e di razzismo, dopo prese di distanza e alzate di scudi in difesa dei nomadi, adesso il Pd indice un’assemblea pubblica per «ribadire il proprio no alla realizzazione di un campo di transito in via Idro». «È una zona in cui ci sarà un grandissimo intervento di riqualificazione urbanistica con cinquemila nuovi alloggi. Si tratta di ribadire un no a un campo che l’amministrazione non è in grado di gestire», spiegano i compagni. Guai a parlare di voltafaccia o di un’inversione di marcia. «Non credo ci si debba scandalizzare se noi prendiamo una posizione particolare - spiega il consigliere comunale del Pd, Andrea Fanzago -. Il sindaco ha detto zero campi? Bene, noi abbiamo accettato la sfida». Peccato che vent’anni se non di più che i residenti e i comitati cittadini di via Idro e via Padova stanno lottando per denunciare l’illegalità degli insediamenti rom.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti