Via Corelli Scontri nel centro immigrati Feriti e 14 arrestati

Avevano iniziato a manifestare nel pomeriggio, attuando un parziale sciopero della fame per contestare l’estensione per legge a 180 giorni del «trattenimento». E invece la protesta dei nigeriani trattenuti nel Centro di identificazione ed espulsione di via Corelli si è trasformata in una rivolta. Alle 19.30 un gruppo di immigrati ha dato fuoco a materassi e lenzuola, spaccando alcune panchine e lanciando oggetti nel cortile della struttura. I più agguerriti hanno minacciato di procurarsi delle ferite con atti di autolesionismo. In rinforzo al presidio fisso delle forze dell’ordine che sorvegliano il centro, sono intervenuti i carabinieri, la polizia e i vigili del fuoco con un’autopompa in forma precauzionale. Nei tafferugli sono rimasti feriti alcuni uomini delle forze dell’ordine, una donna nigeriana è stata trasportata in codice verde all’ospedale San Raffaele. Quattordici immigrati sono finiti in manette.

Commenti