La Corte dei conti stanga il presidente Pd sulla psicologa d’oro

Se l’obiettivo era mettere in sintonia l’esecutivo provinciale, qualcosa non ha funzionato, visto che nei quattro anni in cui la psicologa ligure Fiorella Capasso ha prestato servizio alla Provincia di Belluno si ricordano l’allontanamento dell’allora segretario provinciale Antonio Lonigro, il cui operato non risultava in «sintonia con l’impostazione dell’amministrazione» e le dimissioni dell’assessore Teddy Soppelsa, il cui atteggiamento venne ritenuto «eccessivamente aziendalistico e autonomo». Come riporta il Corriere del Veneto, anche il procuratore regionale veneto della Corte dei Conti, Carmine Scarano, si è interrogato sull’effettiva utilità della psicologa in Provincia: e si è risposto che no, la professionista non serviva. E così ha chiesto all’ex presidente della Provincia di Belluno, Sergio Reolon, ex Pci approdato al Pd, la restituzione di 205mila euro versati alla Capasso.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.