Alla Corte europea Sarà denunciato il pm che lasciò in libertà Delfino

«Chiedo a questo giudice con quale coraggio chiederà una condanna per Delfino, al momento del processo, quando poteva farlo prima. Lo denuncerò alla Corte di Giustizia Europea e non in Italia, che non serve a nulla»: lo dichiara Rocco Multari, padre di Antonella, la giovane commessa ventimigliese uccisa il 10 agosto 2007 per strada a Sanremo con una quarantina di coltellate dall’ex fidanzato Luca Delfino. Il giudice è il pm Enrico Zucca di Genova che ha appena richiesto il rinvio a giudizio di Delfino, già condannato a 16 anni e 8 mesi per l’omicidio di Antonella ed ora sospettato di aver ammazzato anche un’altra ex fidanzata, Luciana Biggi, sgozzata nei vicoli di Genova il 28 aprile 2006. Rocco Multari e Rosa Tripodi, la mamma di Antonella, hanno sempre accusato il magistrato di non avere arrestato il giovane dopo il primo delitto, come invece chiedeva la polizia. Se così fosse stato, sostengono, la loro figlia sarebbe ancora viva.

Commenti