Crisi Reader’s Digest, Chiesto il «Chapter 11» Il controllo ai creditori

«Chapter 11» per Reader’s Digest, l’editore della storica rivista. Il ricorso alla procedura di amministrazione controllata era stata preannunciata la scorsa settimana. In base al piano di ristrutturazione già concordato con le parti, i creditori (in testa JP Morgan) riceveranno il 92,5% delle azioni della nuova società in cambio dell’annullamento di debiti per 1,6 miliardi di dollari. L’esposizione calerà di conseguenza da 2,2 miliardi a 550 milioni. La ristrutturazione riguarderà solamente le attività negli Stati Uniti.
Attualmente circa nove delle 94 riviste del gruppo Reader’s Digest, nato nel 1921, vantano una circolazione di oltre un milione di copie solo negli Usa. A livello mondiale le sue pubblicazioni raggiungono 78 Paesi con 130 milioni di lettori.

Commenti