Fiumicino, misure cautelari per 49 dipendenti Alitalia: rubavano dai bagagli

Misure cautelari anche per 37 persone di società di cui si avvaleva la compagnia

Sono finiti nei guai 49 (19 ai domiciliari e 30 con obbligo di firma) dipendenti Alitalia-Cai a Fiumicino accusati di aver rubato dai bagagli da stiva dei passeggeri in arrivo e in partenza dallo scalo romano.

Gli operai, addetti alle operazioni di handling, rischiano pene fino a sei anni di reclusione, oltre che la perdita del posto di lavoro. La compagnia di bandiera, dichiaratasi parte lesa, ha collaborato alle indagini, assicurano gli inquirenti, che hanno emesso provvedimenti restrittivi anche per altre 37 persone dipendenti di altre società di cui si avvale Alitalia in altri aeroporti. Le indagini sono state condotte dalla polizia di frontiera di Fiumicino e Lamezia Terme, i due scali maggiormente colpiti da furti, danneggiamenti e tentativi di furto.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento