Pedofilia, in arresto 60enne. Viveva con un bimbo thailandese non suo

Un imprenditore italiano aveva fatto naturalizzare un bimbo di ritorno dalla Thailandia. Incastrato da un altro giovane

Un uomo di sessant'anni è finito in manette a Milano, accusato di pedopornografia. I carabinieri, che lo hanno arrestato, hanno spiegato che viveva con un bambino di dieci anni di origini thailandesi, che aveva fatto riconoscere come suo e naturalizzare al termine di un viaggio nel Paese, dove si recava spesso. Il bimbo non è però suo figlio.

In Italia da sette anni, da quando ne aveva tre, il bambino viveva con l'imprenditore, che in Thailandia era stato arrestato per avere molestato dei minori. È stato momentaneamente affidato a "parenti".

A portare gli inquirenti sulla pista giusta, una serie di controlli su internet e il racconto di un secondo giovane. Da minorenne sarebbe stato sottoposto a molestie dall'uomo oggi arrestato. Al momento - hanno spiegato le forze dell'ordine - non ci sono prove diretti di abusi sul bambino thailandese. Nell'abitazione dell'uomo è però stata trovata una grande quantità di materiale pedopornografico.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento