Sei diorami riproducono la prigione del dissidente cinese Ai Weiwei

A Venezia è presente, allo Zuecca Project Space, un'opera dell'artista cinese dissidente Ai Weiwei che per la sua opposizione al regime comunista è stato recluso per 81 giorni, dal 2 aprile al 22 giugno 2011 (e ora resta privo di passaporto). In Laguna ha mandato un'opera intitolata «S.A.C.R.E.D» (nella foto un particolare). Sei diorami in scala che mostrano le condizioni del suo incarceramento e le pressioni psicologiche a cui è stato sottoposto dal regime. Weiwei ha raccontato che quell'esperienza gli ha prodotto a lungo incubi . Riprodurla lo ha aiutato a superarla. La disposizione dei personaggi è studiata per far sentire lo spettatore complice delle guardie.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento