In cura per dipendenza da web 16enne cinese ucciso dai medici

I genitori speravano che tornasse a casa entro un mese, non appena curata la sua dipendenza da Internet. Impensabile che dieci ore dopo aver lasciato il figlio 16enne in una clinica specializzata, sarebbe arrivata una telefonata che li informava del suo decesso. Eppure è successo davvero. Deng Senshan non riusciva a smettere di giocare online. I genitori lo hanno portato al «campo di addestramento per la sopravvivenza» di Guangxi Qihuang, sborsando settemila yuan per la terapia. Il ragazzo è stato messo in isolamento poco dopo il suo arrivo e in seguito picchiato dagli istruttori. La scorsa domenica è stato constatato il decesso del ragazzo.

Commenti