Dall’Antitrust multa di 230mila euro per il numero «400»

Multa da 230mila euro a Telecom Italia per pratica commerciale scorretta. Sotto accusa il servizio denominato «400». L’Antitrust sostiene che «vi è motivo di ritenere che le modalità adottate» da Telecom per «il prospetto del servizio al momento della sua fruizione si caratterizzino per un contenuto ambiguo e omissivo, in quanto non viene specificato in via preventiva che la consultazione telefonica attraverso il numero 400 è a pagamento, né l’ammontare del relativo costo». Solo lo scorso 17 agosto Telecom si era vista sanzionata sempre dall’Antitrust per un totale di 600mila euro. Le multe riguardavano le difficoltà di passaggio ad altri operatori delle linee di telefonia fissa di clienti che avevano deciso di cambiare fornitore. La società avrebbe utilizzato strategie ostruzionistiche.

Commenti