Decapitata dai vandali la sua statua

Decapitata da ignoti la statua (nella foto) che raffigura Umberto Bossi a Recoaro (Vi). «Almeno ci facciano ritrovare la testa», l’appello rivolto dai militanti ai protagonisti del raid che hanno anche staccato la mano destra. Mentre la sinistra continua a reggere l’ampolla con l’acqua del Po. La statua fa parte ormai dello scenario di via Bruni e non sono pochi i turisti che, salendo alle terme, si accorgono che qualcosa non quadra. Il Bossi «recoarese» è stato collocato accanto all’ex albergo Augusteo dall’allora titolare Agostino Dal Lago agli inizi degli anni ‘90. Accanto trovano posto altre due statue: una donna che potrebbe raffigurare la moglie dell’albergatore e un’altra con le fattezze del proprietario.

Commenti