Defezioni Se ne va il capo dell’agenzia dei trasporti

Come se non bastasse, nel giorno della sconfitta elettorale in Massachusetts, arriva l’ultima batosta per Barack Obama. Il capo designato dell’Agenzia americana per la sicurezza dei Trasporti (Tsa) Erroll Southers ha rinunciato all’incarico citando «l’inaccettabile clima di scontro politico» che ha fermato da mesi la conferma della sua candidatura al Senato.
L’afroamericano che Obama aveva chiamato al timone dell’agenzia federale incaricata di vigilare sui viaggi degli americani, Southers, ha spiegato che la sua candidatura «era diventata un parafulmine per quanti hanno scelto di spingere un’agenda politica a spese della sicurezza degli americani». Obama ha accettato la rinuncia di Southers con «grande rammarico ma ha aggiunto che è «una posizione comprensibile». La nomina di Southers era rimasta bloccata per mesi per problemi sindacali interni all’agenzia.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.