Il detective era il serial killer di prostitute

Investigatore privato e serial killer: è questo l'identikit di Andrea Arrigoni, l'uomo che il 21 febbraio scorso a Verona uccise una prostituta ucraina, Galyna Shafranek, di 30 anni, e i due agenti di polizia Giuseppe Cimarrusti e Daniele Turazza, rimanendo ucciso a sua volta nella sparatoria da lui stesso provocata. Arrigoni, bergamasco di 36 anni, era infatti anche, con ogni probabilità, responsabile dell'omicidio di un'altra giovane donna. Si tratta, di una prostituta albanese, Fatmira Giegji, il cui corpo privo della testa e di un braccio fu trovato nel Bergamasco, a Osio di Sotto, nascosto tra le foglie in un canale asciutto, il 19 novembre 2004. E ora si rileggono alcuni delitti analoghi rimasti insoluti.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.