La discarica abusiva con l’auto e i rifiuti gettati dal Comune

Sembrava semplice, la storia del Palazzetto dello Sport fantasma a Riccò del Golfo. Sembrava la «solita» opera all’italiana, l’eterna incompiuta, il progetto dei sogni annunciato e finanziato ma poi finito tra le erbacce. Sembrava già abbastanza grave così, con oltre un milione e duecentomila euro investiti per un qualcosa che non ha mai funzionato. E che con il passare del tempo si è trasformato in una discarica a cielo aperto. Poi invece è arrivato il cartello che, forse con la convinzione di risolvere «definitivamente» il problema, avvertiva che lì, vicino al sedicente palazzetto, era vigente il «divieto di discarica».
Non si può avere la certezza che questo cartello sia stato fatto installare dall’amministrazione comunale a seguito della denuncia pubblica fatta dal Giornale. Si ha però la certezza che quella è una discarica comunale. E non nel senso che è stata autorizzata dall’amministrazione. (...)

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti