Dodici artisti tra natura e «percorsi» onirici

Sono dodici in totale i maestri che animano l'esposizione allestita al museo di Porta San Paolo (in via Persichetti, 3). Spazio ai lavori di Roberto Fantini che raccontano la caducità dell'uomo e il suo rapporto con la natura; a quelli di Claudio Cori, ricchi di sensazioni interiori e temi onirici; e ancora alle opere di Roberto Serafini (Pinetta) riconoscibili per la tonalità cromatica spiccata, decisa e determinata. Completano il percorso espositivo le opere di Michela Baldi, Bruno Betti, Silvana Cannavò, Gioia Cordovani, Francesco Ferlisi, Giuseppe Marchetta, Valeria Mariotti, Silvana Panarotto, Stefania Pinci, Carlo Piterà, Gianni Piva, Sebastiano Quattropani, Anna Salvati, Angela Scappatticci, Emanuela Tamburini, Luciano Zanelli, Mauro Ziroli e quelle del maestro Guido Tulelli. L'esposizione, curata da Gastone Indoni per la "Tornatora art gallery" resta aperta fino al 31 gennaio dal martedì alla domenica dalle 9 alle 13.30, il martedì e il giovedì anche dalle 14.30 alle 16.30.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.