Donna Assunta, Fini e le preoccupazioni per quelle cravatte rosa

Se non fosse per il fatto che a parlare è Donna Assunta, vedova dello scomparso leader dell’Msi Giorgio Almirante, si potrebbe azzardare un parallelo con il testo della celebre hit dei Cugini di Campagna Anima mia; e l’anima in questione, cui Donna Assunta chiede di tornare politicamente «a casa sua», cioè alla vecchia An, è niente di meno che quella del presidente della Camera Gianfranco Fini. «Potrebbe tornare a casa - dichiara Donna Assunta sul settimanale Gioia oggi in edicola - la casa c’è sempre». Certo, prima di uccidere il vitello grasso, ci vorrebbe un cambio di stile. Sulla famigerata cravatta rosa recentemente sfoggiata da Fini alla direzione del Pdl, Donna Assunta non risparmia i suoi crucci: «Forse sarebbe stata passabile a luglio, non ora. E dire che di cravatte gliene ho regalate, ma solo e sempre quelle di Marinella».

Commenti