In due ore 500 firme per salvare il Ponente

Cinquecento firme sono state raccolte in due ore ieri mattina a Pegli per la petizione: «Rilanciamo il Ponente» promossa dai consiglieri regionali del Pdl Gianni Plinio e Matteo Rosso, insieme con il coordinatore regionale del Pdl, l’onorevole Michele Scandroglio. Tra i punti del programma: dismissione del polo petrolchimico di Multedo, realizzazione di un porticciolo turistico a Pegli, valorizzazione della fascia di rispetto di Prà, un piano contro l’inquinamento atmosferico ed ambientale e la riqualificazione delle case popolari di Pegli-Prà-Voltri.
«È un grande successo -hanno detto i promotori - Con questa iniziativa intendiamo corrispondere alle giuste richieste dei residenti del Ponente genovese che esigono un risanamento ed una riqualificazione del loro territorio. Gravi sono le responsabilità soprattutto delle amministrazioni comunali di sinistra succedutesi nel tempo che, con la loro colpevole inerzia, non hanno fatto nulla per arrestarne il degrado. L’emergenza Ponente sarà parte importante del programma regionale del centrodestra».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.