E Bucarest dà ragione a Zaia

Sentirsi darsi ragione è sempre una soddisfazione. Ma se chi ti approva sta dalla parte opposta, allora la soddisfazione è doppia. Così si capisce che cosa deve aver provato il neo governatore del Veneto Luca Zaia leggendo le ultime cronache dalla Romania. E in particolare le parole del rappresentante della minoranza rom al Parlamento di Bucarest: «La migrazione dei rom nell’Ue - ha ammesso il deputato - ha leso l’immagine del Paese». Una dichiarazione, sottolinea l’ex ministro delle Politiche agricole, perfettamente in linea «con ciò che la Lega dice da sempre. E cioè che non tutta l’immigrazione è uguale perché chi arriva nel nostro Paese per delinquere penalizza chi lavora e si integra». Insomma dai rom viene una bella lezione «per la sinistra italiana secondo la quale immigrazione equivale a clandestinità e bontà d’intenti».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti