E il professore prodiano promuove la De Girolamo sulla patata non Ogm

Tra Roma e Strasburgo, l’asse bipartisan contro la patata transgenica è piuttosto inatteso. Da una parte Nunzia De Girolamo, deputata del Pdl e componente della commissione Agricoltura, e dall’altra Paolo De Castro, presidente della commissione Agricoltura del Parlamento europeo ed ex ministro del governo Prodi. Con il secondo che elogia la presa di posizione della parlamentare campana che aveva sollecitato un intervento dell’Europarlamento. «Sono d’accordo con le dichiarazioni dell’onorevole Nunzia De Girolamo. Dopo la delibera Ue che ha dato via libera definitivo alla patata Amflora geneticamente modificata, dobbiamo impegnarci attraverso uno sforzo unitario che vada verso la trasparenza e la libertà di scelta». Ora, spiega la De Girolamo, «è indispensabile avviare una discussione seria sull’etichettatura» così da «tutelare i prodotti di qualità made in Italy».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento