Scandalo Libor, multate per 1,7 miliardi grandi banche mondiali

Sei grandi istituti accusati di avere manipolato i tassi d'interesse con la costituzione di cartelli. Immunità per Ubs e Barclays

L'Antitrust dell'Unione Europea ha deciso oggi una multa da 1,7 miliardi di euro per le maggiori banche mondiali, accusate di avere manipolato Euribor, Libor e Tibor, costitutendo diversi cartelli.

Destinatari della sanzione Deutsche Bank, Societe Generale, Rbs, JP Morgan, Citigroup e Rp Martin. Delle otto banche che parteciparono ai cartelli per la manipolazione dei tassi d'interesse dei derivati in euro e yen hanno beneficiato dell'immunità Ubs e Barclays, che rivelarono la loro esistenza.

Joaquin Almunia, commissarrio Ue alla concorrenza, ha definito "scioccante" non solo "la manipolazione degli indici, ma anche la collusione tra banche che si suppone siano concorrenti tra di loro" e spiegato che la maxi-multa è "un chiaro segnale sul fatto che la Commissione è determinata a combattere e sanzionare questi cartelle nel settore finanziario".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti