In Borsa l'età non conta Armani meglio di D&G


La vera eleganza non invecchia. Carlo Pambianco ne è convinto, e premia Armani, che conquista quest'anno il primo posto nella top ten delle aziende di moda e lusso considerate - sulla carta - quotabili. Dai criteri utilizzati dallo studio Pambianco per la valutazione, infatti, è sparita l'età dell'imprenditore, che l'anno scorso aveva fatto la differenza, favorendo i più giovani rivali Dolce&Gabbana. Mentre Armani era rimasto in seconda posizione, nonostante i migliori risultati in termini di fatturato, solidità patrimoniale e finanziaria, e network di negozi. Quest'anno, invece, al criterio anagrafico è stato sostituito quello della percentuale dell'export, e Re Giorgio si è ripreso la corona. Anche se forse in Borsa non ci andrà mai.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti