Il caso Landi Renzo (-7%) soffre per il calo inatteso dei margini

Brutta risposta del mercato ai conti di Landi Renzo. Il titolo del gruppo specializzato nei sistemi di alimentazione a Gpl e metano per le auto cede il 7% a 3,17 euro, titolo peggiore del Ftse All Share dopo aver pubblicato una semestrale con utili in calo del 76%. A pesare sulle negoziazioni anche le indicazioni arrivate dalla società sul resto dell’esercizio 2009: il gruppo infatti ha confermato le previsioni di un fatturato intorno ai 250 milioni nell’intero esercizio, ma ha rivisto i target di ebitda: il margine operativo lordo è atteso in area 40 milioni mentre il consensus degli analisti prevedeva un ebitda tra i 50 e i 55 milioni. Il gruppo sottolinea che l’ebitda 2009 «pur attestandosi intorno a 40 milioni» si collocherà «ad un livello inferiore rispetto allo sfidante obiettivo di inizio anno».

Commenti