CREDITOL'Eba avverte le banche: «Fate pulizia nei bilanci». Stress test rinviati al 2014

L'Eba, l'authority bancaria europea, è «preoccupata sulla qualità degli attivi» degli istituti di credito. È quanto ha indicato il presidente Andrea Enria secondo cui va affrontato anche il problema del trattamento dei crediti deteriorati ai fini della classificazione della loro gravità. Per questo motivo la nuova tornata di stress test è stata fatta slittare al 2014. In questo modo, ha sottolineato Enria, sarà possibile effettuare «una verifica dei bilanci, precondizione per la credibilità del prossimo stress test». Nella seconda metà del 2013 l'Eba fornirà una dettagliata informativa. Le banche italiane, già obbligate a pesanti ricapitalizzazioni a fine 2011, potrebbero essere ulteriormente penalizzate. Il computo italiano dei «non performing loans», infatti, comprende anche i crediti ristrutturati. Un altro nodo è il conteggio delle garanzie immobiliari che renderebbe i tassi di copertura dei crediti deteriorati meno preoccupanti. La palla passa all'Abi.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento