Dixan non lava meglio di Dash E scatta la multa

Dash e Dixan pari sono. I due detersivi per lavatrice, che da anni si combattono a colpi di spot, in sostanza lavano allo stesso modo. Alla faccia del «Nuovo Dixan» che, secondo la pubblicità, «rimuove le macchie meglio del principale concorrente già alle basse temperature». L'ha stabilito, test scientifici alla mano, l'Antitrust, che ha quindi multato Henkel Italia (Dixan), per aver puntato su una pubblicità comparativa illecita, vale a dire una pratica commerciale scorretta, con una sanzione da 50mila euro. Del resto, l'anno scorso lo stesso destino era toccato a Procter & Gamble (Dash) e ai suoi spot «un nostro misurino vale uno e mezzo del concorrente»: quella volta l'Antitrust ha colpito duro, comminando una multa da 100mila euro.

Commenti