I future puntano quota 17.000Analisi tecnica

Borse mondiali in gran rialzo al traino degli indici statunitensi che segnano nuovi massimi assoluti complice il buon dato del mercato del lavoro americano, che ha manifestato una tendenza espansiva. La Banca centrale europea ha tagliato i tassi e i rendimenti obbligazionari ne hanno subito risentito: il differenziale tra Btp e Bund è sceso a circa 250 punti base.
Il Ftse-Mib Future ha chiuso a 16.665 dopo un minimo a 16.215 e un massimo a 16.810. Gli indicatori cominciano a segnalare una situazione di ipercomprato e la necessità di una pausa di consolidamento, ma il target 17.000-17.200 è ancora a portata di mano. Segnali di correzione potranno evidenziarsi solo nel in caso di una perdita del livello 16.200 con obiettivo 15.500-15.750.

Commenti