In Rcs è scattata l'ora della mediazione


Dopo le tensioni degli ultimi giorni fuori e dentro il patto di sindacato, il nuovo mantra di Rcs è «mediazione». L'accordo per la ristrutturazione del debito e l'aumento di capitale da 400 milioni saranno oggetto di riflessione. Difficile stabilire, ora, che cosa sia possibile modificare per venire incontro alle esigenze di tutti i soci. Riscrivere l'accordo con le banche per spuntare tassi più favorevoli perle linee di credito da 575 milioni è sicuramente più complicato. Meno difficile è ripensare le modalità dell'aumento il cui effetto diluitivo è stato criticato sia da Diego Della Valle che dai Benetton, mentre Giuseppe Rotelli e i Pesenti non hanno ancora preso posizione. L'esperienza di Mediobanca nello«smussare gli angoli» sarà decisiva.

Commenti