Vuitton toglie il marchio dalle borsette cinesi

L'ultima strategia dei marchi di lusso? Scomparire dalle borse. Intese come borsette: così Louis Vuitton, la griffe ammiraglia del gruppo Lvmh, ha lanciato una linea tutta in pelle e senza il celebre logo, dedicata al mercato cinese. Apparentemente un autogol: ma la scommessa di Bernard Arnault, presidente e ceo del colosso francese del lusso, è ridare slancio al marchio, attraverso un ritorno all'esclusività. Quindi meno borse in tessuto - straviste e straimitate - a favore dei più costosi modelli in pelle, riconoscibili solo per il design. Come peraltro ha sempre sostenuto Patrizio Bertelli, che attribuisce una buona fetta del successo di Prada proprio al fatto di non aver mai fatto del proprio logo un motivo ricorrente. E visti i risultati, è difficile dargli torto.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento