Emiliano okkupa, i russi lo sfrattano

Come uno squatter, il sindaco Pd di Bari Michele Emiliano (nella foto), ha deciso di fare «okkupazione». Non di una casa, ma addirittura della chiesa russa. Costruita dagli ortodossi in onore di San Nicola, fu nazionalizzata da Mussolini che la consegnò al Comune di Bari. Nonostante le insistenze del Cremlino negli anni ’90, come racconta Italia Oggi, il governo italiano ci ha messo un decennio a convincere Emiliano a cederla, in cambio di 13 milioni di euro e di una caserma. Peccato che il sindaco abbia comunque continuato a occupare parte dei locali. Ora i russi la pretendono interamente e l’ambasciatore di Mosca in Italia ha consegnato a Emiliano un bello sfratto, imponendogli lo sgombero.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti