Eolie: scoperti due relitti a cento metri di profondità

La presentazione domani in una conferenza congiunta della Soprintendenza e della Regione Sicilia

La sorpresa, anzi la doppia sorpresa, è in fondo al mare. Due relitti sono stati scoperti nei fondali delle isole Eolie, in Sicilia. Ad oltre cento metri di profondità. Grazie ad innovativi strumenti tecnologici, inoltre, è stato visualizzato per intero il carico di uno dei due vascelli. Di che epoca erano le due navi? Alla Regione Sicilia vogliono mantenere un po' di suspence e così l'appuntamento per le informazioni è rinviato a domani, alle 9,30, nella sede della Soprintendenza del Mare di Palermo. A parlare saranno l'assessore ai Beni culturali Gaetano Armao e il Soprintendente del Mare, Sebastiano Tusa. Certo, le nuove tecnologie permettono ricerche avanzatissime nei fondali del Mediterraneo che dall'antichità è stato strumento di comunicazione decisivo fra i popoli dell'Europa.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti