Esaurito il bond da un miliardo

Unicredit

È stato sottoscritto per tre quarti all’estero il bond di Unicredit, inaugurando la stagione autunnale del mercato dei capitali, con ordini per ben 2 miliardi di euro. L’ammontare è stato «limitato» poi a un solo miliardo, ben sopra l’ipotesi iniziale di circa 500 milioni. «Non abbiamo potuto fare di più, l’emittente ci ha dato limiti precisi - dice uno dei lead manager sccondo il quale - è stata una raccolta strepitosa, con oltre 100 clienti di qualità, per il 75% esteri. Evidentemente gli invstitori hanno una buona percezione di Unicredit, nonostante l’operazione di fusione in corso con Hvb, e sicuramente ha giocato un ruolo il prezzo dell’operazione». Il bond a sette anni a tasso variabile di tipo senior è stato prezzato, da Citigroup e Ubm, a 99,864. Offre una cedola pari a 15 punti base sopra il tasso del tre mesi euribor. Unicredit ha rating «Aa2» per Moody’s e «AA-» per S&P’s e Fitch.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento